Pubblica amministrazione

CARBON NEUTRALITY - INFORMATIVA AI FORNITORI

Oggetto CARBON NEUTRALITY - INFORMATIVA AI FORNITORI
Anno di pubblicazione 2022
Servizio
Data inizio pubblicazione 15 aprile 2022
Data fine pubblicazione 30 aprile 2030

LA NEUTRALITÀ CARBONICA

L’obiettivo fissato dall’Unione Europea prevede il raggiungimento della neutralità carbonica di tutte le attività economiche e sociali al 2050. Per raggiungerlo è necessario tendere ad un equilibrio tra le emissioni generate e la capacità dell’ecosistema di assorbirle.

Tutte le manifestazioni a carattere internazionale che prevedono una larga partecipazione di pubblico generano emissioni dovute al loro allestimento, agli spostamenti di beni e di persone, all’energia utilizzata nei siti espositivi e ai servizi per il pubblico.

La Biennale di Venezia è impegnata a monitorare e azzerare l’impatto delle proprie manifestazioni, lavorando in due direzioni:

  • La riduzione delle emissioni attraverso l’utilizzo di energia elettrica da fonti rinnovabili e altre azioni mirate al risparmio di risorse naturali, riciclo di materiali, riutilizzo di allestimenti e attrezzature, e alla riduzione dell’impatto della mobilità;
  • La compensazione delle emissioni residue, attraverso l’acquisto di crediti di carbonio, generati da progetti di energia rinnovabile o di ripristino ambientale e salvaguardia degli ambienti naturali, quali le foreste, il suolo e gli oceani.

INFORMATIVA PER I FORNITORI

La Biennale di Venezia ha avviato, nel 2021  - la prima manifestazione certificata come carbon neutral è stata la 78° Mostra di Arte Cinematografica - un piano per monitorare e ridurre l’impatto ambientale di tutte le proprie attività, attraverso l’utilizzo di energia elettrica rinnovabile nelle sedi espositive e altre azioni mirate al risparmio di risorse naturali, riciclo di materiali, riutilizzo di allestimenti e attrezzature, e mobilità sostenibile di persone e beni.

Una parte significativa di tali impatti è connessa, in modo diretto o indiretto, all’utilizzo dei beni e servizi approvvigionati per l’allestimento e lo svolgimento delle manifestazioni.

Per raggiungere gli obiettivi che si è prefissata, La Biennale di Venezia intende quindi sviluppare e mantenere nel tempo una catena di fornitura sensibile verso i temi della sostenibilità ambientale, e che sia in grado di accompagnare l’impegno di Biennale dando un contributo fattivo per raggiungere risultati concreti e duraturi.

Linee guida per la valutazione ambientale dei fornitori

E’ privilegiato il rapporto con fornitori che:

  • sono dotati di un Sistema di Gestione Ambientale certificato ISO 14001;
  • riducono al minimo l’impiego di energia fossile e utilizzano energia elettrica da fonti rinnovabili;
  • sono comunque in grado di dimostrare consapevolezza degli impatti ambientali connessi alle proprie attività e forniture, in particolare per quanto riguarda l’impronta carbonica dei beni e servizi;
  • sono proattivi nel proporre nuove soluzioni a minore impatto ambientale.

Sostenibilità ambientale delle forniture di beni e servizi

E’ privilegiato l’approvvigionamento di beni e servizi che, a parità di qualità tecnica e condizioni economiche della fornitura, incorporano i seguenti criteri di sostenibilità ambientale e circolarità delle risorse, in misura specifica e differenziata per le diverse categorie merceologiche:

  • minimizzano il contenuto di materie prime e materiali, in ottica di dematerializzazione;
  • sono prodotti con materie prime rinnovabili o materiali provenienti da filiere di recupero;
  • provengono da mercati di prossimità e sono movimentati riducendo l’impatto ambientale del trasporto;
  • sono energeticamente efficienti consentendo di risparmiare energia elettrica nella fase di impiego operativo;
  • sono concepiti per allungare la propria vita utile, potendo quindi essere riutilizzati tal quale in altre manifestazioni di Biennale o altrove;
  • una volta diventati rifiuti possono essere avviati a recupero.

La qualità ambientale delle forniture può essere utilmente dimostrata attraverso il possesso di etichette ambientali ed eventuali dichiarazioni ambientali di prodotto o servizio.